FONDAZIONE MIGRANTES
ORGANISMO PASTORALE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

La follia del partire, la follia del restare. Il disagio mentale nell'emigrazione italiana in Australia

(12 maggio 2016) - Questo libro è costruito sulle impronte dei migranti. Su quelle lasciate lungo i mesi di navigazione fino all'Australia, terra lontana, percepita come inospitale e quasi mitica. Le migrazioni hanno sempre coinvolto la persona umana in tutta la sua complessità biologica, emotiva e spirituale
12 Maggio 2016
(12 maggio 2016) - Il libro di Simone Varisco, edito dalla Fondazione Migrantes, unendo una prospettiva tipicamente storica ad un respiro sociologico e psicologico, prende in esame il problema del disagio mentale - nelle diverse forme della follia, della depressione e dell'incomprensione - come prodotto del fenomeno migratorio. Si considera in particolare l'emigrazione italiana della seconda metà dell'Ottocento diretta verso l'Australia, con speciale attenzione al bacino di emigrazione valtellinese e a quello dell'intero arco alpino di cultura e lingua italiane. Dopo l'esame dei caratteri dell'emigrazione italiana nel Nuovissimo Continente dal punto di vista storico e statistico, si passa all'analisi dello sviluppo della rete di internamento per malati psichici in Australia e all'indagine di casi di rilievo biografico, dai quali trarre considerazioni più generali sull'intera esperienza migratoria. Le storie degli emigranti sono ricostruite partendo dall'esame di documenti d'archivio - alcuni dei quali prima d'ora inediti - conservati fra Italia e Australia, con particolare attenzione alle lettere scritte dagli stessi emigranti e ai registri degli asili dei lunatici australiani.