FONDAZIONE MIGRANTES
ORGANISMO PASTORALE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

La vita in due valigie

(3 marzo 2017) - Il libro suggerisce proprio l'intento di parlare della vita a partire dagli oggetti scelti per il viaggio, nella malaugurata ipotesi di dover un giorno scappare in cerca di salvezza. Quindi è una riflessione sull’essenziale della vita con chi è costretto a lasciare le proprie terre non per una scelta di vita
3 Marzo 2017
(3 marzo 2017) - Presentato, a Roma, il 28 febbraio scorso,  il nuovo lilbro di Anca Martinas, "La vita in due valigie", affronta il tema della fuga forzata, con l'abile, ma allo stesso tempo insidioso, quesito di cosa porteresti via con te se dovessi essere costretto a lasciare frettolosamente il posto in cui vivi. L'autrice spinge insieme ad altri 8 co-autori a rispondere al quesito, facendo diventare il testo una narrazione a più voci, una scrittura inusuale e suggestiva. Quello proposto dall'autrice è in fondo un "esercizio spirituale" nel senso proprio della parola. Si tratta di esercitare anzitutto la memoria per ritornare alle situazioni della nostra vita in cui siamo stati messi alla prova o impegnati a interrogarci sul nostro rapporto con gli oggetti presenti nella nostra vita quotidiana. Vi sono delle condizioni materiali necessari per vivere, ma vi sono anche quelle necessarie per la vita della mente e del cuore.

Intervista a Radio Vaticana